Semalt - Come identificare e combattere lo spamming con Google

Lo spam si verifica alla ricezione di dati non richiesti. Questo tipo di spam è di due categorie. Spam crawler e spam fantasma. Sbarazzarsi del traffico spam di Ghost è prudente, ma è necessario identificare innanzitutto quale tipo di malware è presente.

I crawler sono un tipo di spam che in realtà visita il tuo sito inviando bot che ignorano completamente le regole come quelle di robots.txt. Quando escono dal sito, viene lasciata una traccia di una visita legittima nei dati di Google Analytics, ma purtroppo è falsa. Sono estremamente difficili da identificare perché si nascondono dietro rinvii simili a siti Web autentici e con un URL simile.

Frank Abagnale, Customer Success Manager di Semalt , condivide la sua esperienza su come combattere con successo lo spam di Ghost.

I fantasmi sono lo spam più comune. A differenza dei crawler, non hanno alcun contatto con il tuo sito, ma si collegano al tuo server di analisi di Google tramite un passaggio Trojan attraverso i tuoi codici di monitoraggio di Google Analytics. Entrano attraverso i tuoi codici acquisendoli da una terza parte o generando accidentalmente codici di tracciamento (UA-XXXXXX-Y). Poiché non accedono al tuo sito, utilizzano un protocollo di misurazione per modificare i dati di Google Analytics.

Molte persone spesso chiedono perché dovresti eliminare lo spam fantasma. Lo spam ha effetti catastrofici nell'analisi dei siti Web degli utenti. Riducono la velocità di Internet di un utente aumentando il carico di un server. Sebbene non interferiscano precisamente con l'ottimizzazione dei motori di ricerca, i dati manipolati non descrivono il reale comportamento online di un utente. Alla fine, l'ottimizzazione dei motori di ricerca sarà influenzata dal fatto che le tue classifiche di ricerca cadranno a causa di decisioni sbagliate e giudizi imprecisi.

Ciononostante, il danno a metriche cruciali come impegni, sessioni e tassi di conversione i cui dati vengono trasfissi alle estremità opposte dello spettro, non sconvolgerà la Pagina di ricerca sui motori di ricerca (SERP). Semplicemente, sebbene Google Analytics sia un popolare servizio analitico, non tutti i siti utilizzano Google Analytics. Questo spiega perché tutti i dati di Google Analytics non influenzeranno le classifiche di un sito Google.

Esistono modi per gestire lo spam fantasma utilizzando Google Analytics. Questi modi comportano passaggi che utilizzano un singolo filtro contro lo spam fantasma. Si consiglia vivamente perché l'utente aggiorna e aggiunge solo un nuovo codice di monitoraggio. Altrimenti, è richiesta poca manutenzione da parte dell'utente. Infine, l'identificazione di nomi host sospetti aiuta a impedire che lo spam fantasma entri nei dati di Google Analytics.

I passaggi sono:

Innanzitutto , vai su Google Analytics (dove visualizzi il traffico del sito Web ) e identifica la scheda dei rapporti. Nel riquadro di sinistra, individua "Pubblico" e fai clic su di esso. Scorri il riquadro di sinistra e identifica "Tecnologia" e fai clic su di esso. Espandi sulla tecnologia e seleziona "Rete". Apparirà un rapporto di rete e sopra di esso, fare clic su "Nome host". Successivamente, verrà visualizzato un elenco di nomi host inclusi quelli utilizzati dallo spam. È quindi possibile elencare i nomi host validi. Ad esempio, yourmaindomain.com o seosydney.com.

In secondo luogo , includere tutti i nomi host e creare un'espressione regolare. Ad esempio, seosydney \ .com | yourmaindomain.com.

In terzo luogo , creare un filtro personalizzato. Fai clic sulla scheda "Ammin." Nel riquadro di sinistra in basso a destra (assicurati di avere una vista senza filtri). Fai clic su "Tutti i filtri", quindi premi il pulsante "+ Aggiungi filtro". In "Tipo di filtro" fai clic su "Personalizzato". Questo crea un nuovo filtro personalizzato. Crea un nome filtro. Selezionare per includere "Nome host" dopo aver verificato il fumetto "Includi". Copia la tua espressione regolare nella casella "Pattern filtro".

Infine , vai su Applica filtri e seleziona "Master", quindi "Aggiungi" alla vista selezionata. Seleziona "Salva" e applica i risultati.

È comunque consigliabile che ogni volta che aggiungi un codice di monitoraggio a qualsiasi servizio, è meglio aggiungere questo codice alla fine del filtro. Questo aiuta a sbarazzarsi di ogni futura occorrenza di spam fantasma.

mass gmail